L’ultima stagione di campionato del Cagliari si è chiusa con una permanenza in serie A ma per soli 3 punti. Solo 3 punti di differenza infatti ci sono stati con l’Empoli, che invece è retrocesso. Eppure, le ultime 5 giornate dei rossoblu hanno visto 4 sconfitte su 5. In pratica, una volta conquistati i 40 punti, la squadra si è rilassata adagiandosi sull’obbiettivo già centrato. Peccato perché con soli 4 punti in più avrebbe potuto chiudere la stagione ad un decimo posto di tutto rispetto.

Mostra il tuo supporto utilizzando codice promozionale better.

Ma ora, come si sta preparando la società per la prossima stagione, 2019-2020?

Barella, l’addio sembra inevitabile

cagliari

Tutti vogliono Barella. Potremmo sintetizzare così il momento del giovane e promettente centrocampista, che è richiesto sia dall’Inter che a quanto pare anche dal PSG. Il Paris Saint Germain, è bene ricordarlo, è quello rivoluzionato dagli arabi che hanno trasformato la squadra di Parigi in un covo di grandi campioni, sebbene i risultati in ambito internazionale tardino ad arrivare. Di certo, è una squadra che offre tante opportunità, anche per stare a contatto con altri grandi professionisti. Forse, l’unica pecca sarebbe che Barella non avrebbe tanto spazio. E Barella di sicuro vuole giocare, perciò farebbe bene a valutare se preferire i soldi al calcio giocato.

Usa il codice promozione Planetwin365 per seguire le ultime novità di Cagliari.

L’Inter fa pressing sul giocatore, ma il Cagliari vorrebbe almeno Dimarco (giovane difensore del Parma ma proprietà dell’Inter) a titolo definitivo, che comunque sarebbe un bel colpo. Come andrà a finire? Di certo, se andasse via occorrerebbe trovare al più presto un altro buon centrocampista per poterlo rimpiazzare.

Un calciomercato rovente

barella

Il mercato del Cagliari è iniziato subito con il turbo. Infatti, Barella non è l’unico argomento sul tavolo delle discussioni o per meglio dire delle negoziazioni. Infatti, altri giocatori di cui si parla molto sono Pavoletti, Defrel, Farias.

Pavoletti è molto desiderato dall’Atalanta, squadra sorpresa dell’ultima stagione e che l’anno prossimo giocherà in Champions League. Ciò potrebbe far gola a Pavoletti ma la società fa muro per non lasciarselo scappare.

Diego Farias, a seguito della retrocessione dell’Empoli, è nuovamente un giocatore del Cagliari. Per finalizzare il tutto, basterà una firma entro il 30 giugno.

Ma non sono solo i giocatori del Cagliari a far gola, ma è anche lo stesso Cagliari ad essere goloso, ad esempio di Defrel, attaccante della Sampdoria. Tuttavia, questa strada si presenta in netta salita poiché occorrerebbero molti soldi, essendo lo stesso giocatore desiderato dalla Roma.

Obiettivo: ennesima salvezza

Lo sappiamo bene: l’obiettivo del Cagliari è la salvezza, per il piacere di rimanere con le grandi e potersi gustare l’adrenalina delle sfide con le big. La stagione 1969-1970 è molto lontana e al momento il raggiungimento dell’Europa League sembra davvero molto, molto lontano.

Meglio, sicuramente, si potrebbe fare in Coppa Italia, approdando almeno agli ottavi di finale.

Oltre ai risultati, sarebbe desiderabile anche un buon gioco, che lasci aperte prospettive di risultato e per il divertimento, partita per partita. L’allenatore Maran è stato confermato, anche perché probabilmente è grazie a lui che il Cagliari si è salvato con anticipo. Lo stesso Maran, afferma che la società si sta muovendo bene per il futuro, perciò i tifosi possono ben sperare almeno di non soffrire fino alla fine, per la permanenza nella massima serie.

Cagliari, il club punta a chiudere il 2020 con una vittoria.

Sia il Cagliari che l’Udinese hanno pareggiato a metà settimana contro il Parma e il Crotone rispettivamente per 0-0. Un solo punto separa le due squadre in Serie A, anche se i padroni di casa sono scesi in classifica di recente dopo non aver vinto nelle ultime cinque partite di campionato. L’Udinese sarà però disperatamente delusa di non aver battuto il fondo del tavolo e il Crotone e l’allenatore Luca Gotti sarà alla ricerca di una risposta. Avendo giocato un giorno prima del Cagliari, gli spettatori potrebbero avere un vantaggio fisico e questo potrebbe rivelarsi un fattore contro una squadra già poco fiduciosa. Tenendo conto di questo, i visitatori non devono essere favoriti in questo caso.